Seleziona una pagina

SE PROVO A DIRGLI QUALCOSA DI SPIRITUALE

 

FG: Lui purtroppo è immerso totalmente nella Matrix e se provo a dirgli qualcosa di più spirituale taglia corto dicendo che sono tutte sciocchezze. Mario… io non mi riconosco più… sono l’ombra di me stessa. L’altra notte dopo mesi che non mi veniva in sogno… l’ho sognato… mi diceva di amarmi tanto e di voler stare con me… ma purtroppo era un sogno… lui continua ad essere indeciso… e come ci riavviciniamo poi scoppia di nuovo qualcosa che ci riallontana. Inizio a perdere le speranze… lui non è ancora pronto per amarmi incondizionatamente… è solo mente, rabbia orgoglio e paura….

M: perché neanche tu sei pronta a farlo … e la separazione te lo farà capire. Ci sono passato, dicevo le stesse cose tue, identiche. Solo ora capisco quanto io stesso ero lontano dall’amore che credevo di poter donare. Giudizio su di loro, gelosia, controllo, pretese, idee preconcette, irritabilità, rabbia, vendetta…. tutti gli automatismi 3D, tutto l’ego…. ed è in ognuno di noi… e lo consideriamo il nostro ‘carattere’ o identità. Solo robot… solo robot. La fiamma lo sa, perché anche lui lo è, e quindi scappa, perché vede che anche tu nonostante i sermoni a parole, dentro sei così, non gli puoi mentire, lui è te. E quindi da una aprte ti cerca, perché l’anima vuole l’unità, dall’altra scappa, perché entrambi al momento non siete capaci di vero amore incondizionato, e un piccolo ostacolo, con quell’energia immensa in ballo, diventerebbe un’esplosione atomica. Come uscirne? Qualsiasi cosa inerente il robot bioegologico va perdonata all’istante in quanto automatismo irriducibile del 3D. Siamo dei robot al 99%, tutti, pure quelli che ti sembrano più evoluti, ma finché non lo accetti come inevitabile, e lo perdoni in te facendolo prima in lui (che è te) perché è più facile, finché non lo accogli totalmente, il dualismo ego vs anima continuerà a mettere in scena il tira e molla fino a stancarsi di recitare questo copione, per esaurimento di energie.

FG: gli ho chiesto se ancora mi ama. e mi ha risposto “vorrei tanto”. E poi ha aggiunto che il suo amore è sotto una coltre di rabbia e orgoglio per ciò che ho fatto e questo lo porta a non voler vedermi. Sta scegliendo la strada della Matrix e del non perdono e io se resto così continuo a distruggermi e a minare la mia autostima. ma non riesco a lasciarlo andare. Vorrei addormentarmi e risvegliarmi quando tutto è finito… avrei preferito una separazione totale invece che questa separazione solo fisica.
grazie per esserci

M: l’autostima va fondata nella luce. Lì siete una cosa sola. Nella matrix siete divisi perché la terza dimensione è un teatro della separazione.

Fiamme Gemelle: il teatro della separazione 3D

Fonte

5/5 (1)

Vota questo articolo!